L’attività di Animal’s Angels in canile

Sono molte le attività che ci prefiggiamo di attuare in canile al fine di migliorare la qualità di vita dei nostri ospiti.  Uno dei nostri obiettivi principali è quello di offrire un’adeguata preparazione ai nostri volontari attraverso corsi e workshop diretti a migliorare le loro conoscenze in materia di comunicazione canina. Prima di entrare in qualsiasi box il volontario deve essere in grado di comprendere lo stato emotivo del singolo soggetto e saper leggere i principali segnali di stress che l’animale esprime in situazioni di disagio: ci sono cani che non gradiscono il contatto umano, cani cui mai potremo chiedere di uscire in passeggiata senza prima aver conquistato la loro fiducia; cani che amano essere lasciati liberi nei recinti con altri cani e altri che invece non vogliono incontrare i loro conspecifici, e altri ancora che all’interazione con i loro simili preferiscono quella con l’umano.

Ogni cane porta con sé un proprio patrimonio genetico e un proprio passato che ne determina il carattere: priorità dell’Associazione deve essere quella di individuare un percorso riabilitativo per ciascun soggetto al fine di migliorarne lo stato di benessere e renderne più facile e possibile l’adozione.  Giochi di fiuto, ricerche olfattive aiutano a ridurre lo stato di stress nel cane, migliorano il suo autocontrollo, i suoi tempi di concentrazione, la sua autostima. La partecipazione a passeggiate sociali (indossando sempre una pettorina!) e/o a classi di comunicazione lo aiutano ad ampliare le proprie competenze sociali. Infine approcciare nuovi ostacoli, sperimentare nuove situazioni e ambienti, ne riduce lo stress e l’iperattività. Condizione imprescindibile per attuare tutto ciò, aver prima instaurato una relazione di stima, fiducia e collaborazione con il nostro nuovo amico di canile.

Silvia Sturla, educatore Animal’s Angels Dog School

Educatore e Tecnico Ficss