Mobility dog in canile

Oggi vi parleremo di Mobility Dog, un’attività molto utile in canile per stimolazione sensoriale dei cani ospiti in canile, per creare la relazione con loro e uno strumento davvero importare nella rieducazione di quei soggetti affetti da cani disturbi del comportamento.

La Mobility Dog è una disciplina non agonistica e non competitiva nata in Svizzera negli anni ’90 che ha avuto buon successo e si è diffusa velocemente presentandosi come un ottimo strumento per migliorare l’inserimento e l’integrazione del cane nella società urbanizzata. Si tratta di 18 prove standard da eseguire ciascuna nel tempo limite di 1 minuto; i tempi di esecuzione e la tipologia delle prove sono tali da non creare stress psicofisico al cane (e al conduttore!) indipendentemente dall’età e dalla taglia.

I 18 ostacoli o prove da affrontare in un percorso di mobiliy sono i seguenti: incontro con l’estraneo, parete inclinata o palizzata, salto in alto, slalom, scaletta, carretto, tunnel rigido, podio, ombrello, altalena, tunnel morbido, ponte sui tubi, superfice ondulata, portare un oggetto; salto attraverso il pneumatico, passerella, tavolo con nastri, aspetta tranquillo.

L’obiettivo “ufficiale” di un corso di MobilityDog è quello di preparare il team cane - conduttore alla corretta partecipazione ad una manifestazione di MobilityDog. In realtà vera finalità di quest’attività, sia che si svolga su un campo cinofilo o che si realizzi all’interno di una struttura canile, è quella di migliorare la nostra comunicazione con il cane e di implementare le sue abilità. Affrontare e risolvere piccoli problemi e superare ostacoli di diverso tipo ha molteplici effetti sulla coppia: aumenta l’autostima, diminuisce l’iperattività, aumenta la capacità di comunicare tra i due soggetti migliorandone via via l’intesa aumenta la fiducia in sé stessi e nel proprio compagno, sia umano che canino; implementa la capacità del cane di concentrarsi e di prestare attenzione, diminuisce l’insicurezza e di conseguenza mitiga l’insorgere di alcune forme di aggressività; migliora in generale la qualità della vita della coppia, fornisce innumerevoli opportunità di socializzare e, non essendovi ansia da prestazione aiuta a rilassarsi e ad eliminare lo stress. Per le ragioni appena elencate, la Mobolity dog è molto utilizzata nel lavoro con i cuccioli, per il loro sviluppo sensoriale, socializzazione ambientale e relazione con l’umano, ma anche con i cani più anziani che necessitano comunque di stimolazione a livello cognitivo.

Silvia Sturla

Educatrice Scuola Animal’s Angels Dog School Lavagna

Educatore e Tecnico Ficss